CTC: tutto sulla banca dati del Consorzio per la Tutela del Credito

da | 25 Lug 2021 | 06. Le altre centrali rischi private

Imprenditore al PC chiede la centrale rischi CTC dell'azienda

Il Corsorzio per la Tutela del Credito (conosciuto anche com CTC o C.T.C.), è un consorzio senza scopo di lucro autorizzato a gestire uno dei 4 sistemi di informazioni creditizie (SIC) autorizzati in Italia.

E’ stato costituito nel lontano 1990 da sei delle principali società di credito al consumo, con lo scopo iniziale  di monitorare le sole informazioni di tipo “negativo” della clientela.

Nel 1995 ha introdotto anche la gestione delle informazioni positive per diventare, negli ultimi anni, un partner strategico dei propri consorziati nella gestione di tutte le fasi di gestione del credito.

Se vuoi approfondire il funzionamento dei SIC, puoi accedere ad un precedente articolo in cui parlo di tutte le “centrali rischi private” autorizzate ad operare.

CTC: la centrale rischi privata che non puoi più “snobbare”

Ancora poco conosciuta rispetto alle banche dati gestite da Crif e Experian, sta assumendo una rilevanza sempre maggiore, in quanto:

  • le principali banche e finanziarie a livello nazionale aderiscono al consorzio;
  • I consorziati utilizzano quotidianamente la banca dati CTC nella loro attività di erogazione e monitoraggio del credito.

Attualmente sono 40 le società partecipanti al consorzio CTC: non solo banche o società finanziarie di prestito al consumo, ma anche società di autonoleggio lungo termine o finanziarie nel settore della telefonia.

Elenco banche e finanziarie che utilizzano la banca dati C.T.C

Per renderti conto personalmente dell’importanza che ha banca dati creditizia CTC, qui sotto ti elenco tutte le 40 banche e finanziarie che aderiscono al consorzio.

N.Partecipante al consorzioSedeAttività
1Agos Ducato s.p.a.MilanoFinanziamenti al consumo
2Avvera s.p.a.Reggio EmiliaFinanziamenti al consumo
3Banca del Monte dei Paschi di Siena s.p.a.Calenzano (FI)Banca
4Banca Popolare Friuladria s.p.a.PordenoneBanca
5Banca Progetto s.p.a.ROMABanca
6Banco BPM s.p.a.MilanoBanca
7BCC Credito Consumo s.p.a.ROMAFinanziamenti al consumo
8BiBanca s.p.a.SassariFinanziamenti al consumo / Strumenti di pagamento
9Biver banca s.p.a.BiellaBanca
10Cassa di Risparmio di Asti s.p.a.AstiBanca

A cosa serve la banca dati CTC

Come ti ho già anticipato, il Consorzio Tutela del Credito nel tempo si è evoluto e a partire dal 2015 la banca dati non gestisce più solo le informazioni negative, ma anche le informazioni positive dei clienti debitori delle banche e finanziarie.

Attualmente rappresenta un solido riferimento per tutte le attività dei propri consorziati, come supporto sia alla fase di erogazione che alla fase di monitoraggio del credito.

Nel SIC di CTC sono presenti tutte le forme di finanziamento destinate ai privati: non solo finanziamenti al consumo, ma anche:

  • Fidi di conto corrente;
  • Mutui ipotecari;
  • Informative relative alla gestione delle carte di credito.

Infatti nel SIC sono presenti tutte le forme di finanziamento ai privati: non
solo quelle tipiche del credito al consumo ma anche le carte, i mutui ed i fidi erogati
dalle banche.

Il CTC – Consorzio per la tutela del credito – ha caratteristiche ben diverse rispetto alle principali banche dati private gestite da Crif ed Experian (che sono società commerciali gestite ai fini della creazione dell’utile per gli azionisti).

Essendo un consorzio senza scopo di lucro, la banca dati CTC ha costi molto ridotti per le banche e finanziarie partecipanti, alle quali viene richiesto un contributo annuo a copertura dei costi di gestione).

La gestione delle informazioni da parte del Consorzio CTC è regolarmentata (alla pari degli altri Sistemi di Informazione Creditizia) da:

  • Codice di condotta SIC (Codice di condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti che puoi consultare direttamente dal sito del Garante Privacy;
  • Codice Privacy (rif. D.Lgs. n. 196/03);
  • Regolamento Europeo n. 679/2016 (“GDPR“).

In base a quanto previsto dal Codice di condotta sopra citato, ogni privato o azienda ha diritto di accedere alle informazioni che lo riguardano gestite dalla banca dati CTC.

Qui sotto ti spiego nel dettaglio la procedura che devi seguire per poter accedere alle tue informazioni gestite dal Consorzio di Tutela del Credito.

Come richiedere la tua visura CTC Online

L’accesso ai tuoi dati presenti nella banca dati creditizia CTC è davvero semplice.

Oltre alla classica richiesta via fax, negli ultimi anni è stata introdotta una nuova richiesta tramite il portale CTC-Online.

Entriamo ora nel dettaglio delle due diverse tipologie di richiesta:

 

Richiesta visura C.T.C da inviare via pec o fax

Devi semplicemente compilare uno dei due moduli che trovi qui sotto, in base alla tipologia della tua richiesta:

Per prima cosa devi semplicemente compilare il modulo con i tuoi dati e selezionare l’opzione A relativa alla richiesta di accesso alle informazioni che ti riguardano.

Stampa il modulo, firmalo di pugno prestando attenzione che la firma sia simile a quella depositata sulla carta di identità e prepara i seguenti documenti che dovrai allegare:

  • Carta d’identità;
  • Codice fiscale;
  • Copia della visura camerale (naturalmente solo per le persone giuridiche).

La richiesta può essere inviata a mezzo:

  • Numero fax CTC:  02 – 67 47 92 50
  • PEC   sic-ctc@pec.ctcmail.it
  • Posta a: Consorzio per la Tutela del Credito – Corso Italia n. 17 – 20122 MILANO

Entro 15 -20 giorni riceverai la risposta direttamente via posta, fax o email.

 

Nuova richiesta tramite piattaforma C T C ONLINE:

Questa procedura è più veloce in quanto ti permette di compilare il modulo direttamente online dal nuovo portale del Consorzio CTC.

Una volta stampato e firmato di pugno il modulo di richiesta, potrai caricarlo direttamente nel portale insieme ai tuoi documenti.

La procedura è completamente automatizzata e ti evita di inviare la documentazione via mail, fax o posta.

Per avviare la procedura di richiesta CTC ONLINE devi semplicemente accedere al Nuovo sito CTC.

Ti hanno bocciato un prestito perchè hai una segnalazione negativa in CTC?

Se stai leggendo questo articolo, è molto probabile che ti trovi in questa condizione e ti stai chiedendo se è possibile cancellare le segnalazioni negative che ti riguardano.

Sarò molto sincero e diretto con te!

Lo scopo di queste banche dati è proprio quello di essere una preziosa fonte di informazione per banche e finanziarie soprattutto per decidere se concedere o meno un finanziamento.

Tempi e modi di gestione di queste informazioni sono completamente regolarmentati dal Codice di condotta per i Sistemi di informazione creditizia.

Ci sono regole ben precise… e tu non puoi cancellare queste informazioni se sono corrette.

C’è un unica valutazione che puoi fare, ma senza farti “illusioni” a prescindere.

Puoi contattarci per chiedere un check della posizione per sapere, con estrema trasparenza, se e come è possibile rettificare le segnalazioni prima dei termini previsti dal Codice di Condotta.

 

Sei segnalato come “cattivo pagatore” e vuoi confrontarti sulla tua posizione?